Come creare l’effetto legno su una porta

Pubblicato il Pubblicato in Tutorial

L'EFFETTO LEGNO

Era da un po’ di tempo che cercavo una soluzione originale e non troppo dispendiosa per ridipingere le porte di legno del mio appartamento. Il colore era molto vecchio e il bianco aveva oramai perso il suo splendore. In un primo momento pensai di sverniciarle e riportare la superficie a legno, ma i prezzi dei prodotti per realizzare tutto ciò sono a dir poco proibitivi. Abbandonai l’idea. Volevo un effetto legno, senza né sverniciare e né tirare a legno. L’unico modo per realizzare questo effetto erano i colori e un semplice tampone in gomma a nervature concentriche.

Questa tecnica non richiede una grossa manualità, solo un po di pazienza e alcuni accorgimenti. 

OCCORRENTE

  • Sgrassatore
  • Carta abrasiva – 80 e 100 (per lisciare)
  • Levigatrice o supporto di legno (zeppa)
  • Pennelli per pittura su legno
  • Stucco per legno
  • Smalto all’acqua per legno di colore chiaro
  • Smalto all’acqua per legno di colore scuro
  • Tampone di gomma a nervature concentriche
  • Mascherina
  • Occhiali di protezione

1

Appoggiate la porta su una superficie piana e togliete le maniglie e la serratura. Con un panno panno pulito sgrassate la superficie.

2

Se la superficie presenta dei solchi, stuccateli con lo stucco più adatto. Io ho scelto un normalissimo stucco bianco anche perché la porta doveva essere successivamente colorata, in caso contrario, sceglietene uno con un colore più simile al legno.

3

Una volta asciutto lo stucco, preparate i fogli di carta abrasiva a grana grossa e posizionatene uno sulla soletta della levigatrice.

Prima di procedere con la levigatrice, indossate la mascherina e gli occhiali protettivi.

Il funzionamento di una levigatrice è molto semplice: una volta applicata la carta abrasiva, posizionatela sulla superficie, azionatela e con movimenti lenti e una leggera pressione, levigate la porta seguendo le venature del legno.

Se utilizzate un supporto di legno o una zeppa, innanzitutto assicuratevi che sia comoda da tenere in mano; prendete successivamente la carta abrasiva e avvolgetela alla zeppa.

Dopo la levigatura con la carta abrasiva, eliminate la polvere con uno straccio o con l’aspirapolvere.

4

Levigate una seconda volta la superficie, questa volta con la carta abrasiva 100. 

Pulite i residui di polvere.

La carteggiatura è molto importante perché, grazie ai solchi sulla superficie, offre una maggiore adesione della pittura.

Ora la vostra superficie è pronta per essere verniciata.

5

Prendete lo smalto opaco più chiaro, diluitelo con la percentuale di acqua scritta sul barattolo e con un pennello per legno procedete con la verniciatura.

Tenete il pennello a 45° e stendete il colore (leggermente abbondante) senza tirarlo troppo. Le pennellate devono seguire le venature del legno. Mi raccomando non ripassate sul colore appena steso. Lasciate asciugare e una volta asciutto passate alla stesura dello smalto chiaro dall’altra parte.

6

Quando anche questa parte sarà asciutta, potete procedere con la realizzazione delle venature del legno. 

Mettete un po’ lo smalto opaco di colore più scuro in una bacinella e diluitelo con dell’acqua. Questa volta il colore dovrà essere diluito con una percentuale più alta di acqua (il colore non dovrà essere ne troppo denso, ma nemmeno troppo liquido). Vi consiglio di fare delle prove su un pezzo di legno prima di stendere la vernice sulla superficie. 

Prendete il pennello e stendete il colore sulla superficie con delle pennellate molto rapide. Senza far asciugare il colore, appoggiate sulla superficie il tampone di gomma a nervature concentriche e trascinatelo per asportare via il colore eccedente. Il tampone non ha una superficie piatta, ma leggermente ricurva. Per cui quando cominciate a muoverlo lungo la parte piana dovete nello stesso tempo dondolarlo delicatamente. Per ottenere un bel effetto e senza grumi è necessario pulire il “rullo” molto frequentemente.

E il lavoro è fatto!      

Un pensiero su “Come creare l’effetto legno su una porta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *